Jane & Serge

Ecco, sono ancora viva. In questi due mesi il lavoro  mi ha letteralmente ammazzata dalla stanchezza e non sono riuscita più a curare questo blog. L’ho un po’ abbandonato, la sera arrivavo a casa sempre stanchissima e riuscivo solo a morire mollemente sul divano, ultimamente pure assieme al gatto appena arrivato a casa. Un piccolo ospite bianco a macchie grigie di nome Ariel. Adesso provo a ricominciare a scrivere sul blog, speriamo bene.

Qualche giorno fa ho deciso di soddisfare un mio desiderio libresco. Da mesi, girovagando dentro una libreria nel centro di Bologna, osservavo con bramosia estetica un libro profilato di arancione e dalla copertina rigida blu elettrico, inguainato dentro ad una sovraccopertina in plastica morbida trasparente. Il libro in questione è Jane & Serge e, dopo mesi di osservazione colma di desiderio, ho deciso di acquistarlo. Un piccolo, innocuo, leggero investimento: 39.99 per un libro che è un album di famiglia e che ripercorre fotograficamente la relazione appassionata e intrigante fra Serge Gainsbourg e Jane Birkin. Musicista lui, attrice e musa ispiratrice lei.
Infilati nella sovraccoperta del libro, ci sono un poster di fotografie dei due, alcune cartoline con le medesime riproduzioni di immagini contenute nel libro, degli adesivi, una raccolta di facsimile dei negativi fotografici, un opuscolino in carta leggera e una toppa ricamata con i nomi in stile seventies dei due. Un libro che è divenuto in breve tempo un piccolo culto, nonché volume destinato a un futuro da ghiotto pezzo da collezione per quelli con il pallino dell’esclusività.

Le fotografie del libro sono state scattate dal fratello di Jane Birkin, Andrew, che lavorava nel mondo del cinema come sceneggiatore. Queste immagini sono inedite, poiché non sono mai state pubblicate in precedenza. Appare anche una Charlotte Gainsbourg bambina alle prese con travestimenti e giochi, prima che sviluppasse una certa resistenza nei confronti del padre Serge.
Jane Birkin, bellissima, affiancata da Serge Gainsbourg, un bruttone affascinante dal muso storto e dal naso pronunciato. Un fumatore incallito e un fortissimo bevitore, Serge. Sigaretta stretta fra le dita e sguardo beffardo, tutto per la bellissima Jane, che pare una bambina allegra, più che la micetta ansimante di …Je t’aime, moi non plus, pezzo conosciutissimo simbolico della loro relazione. La vita fuori dal personaggio, con scene semplici di vita quotidiana e prospettive inedite sulla più chiacchierata coppia degli anni ’70.

1426606501_17

Libro edito da TASCHEN, 2013

39.99 euro

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: