Wolfhound [2007], il fantasy alla russa

url

Bisogna subito dire che questo film lo si trova sul tubo qui, in russo con sottotitoli in inglese. Appartiene a un discorso tutto a se, quello misterioso e insondato dei film fantasy russi.

I russi girano fantasy, con qualche piccolo e inevitabile strafalcione, non cavandosela per niente male. Il film è affrontabile anche sottotitolato in inglese, dal momento che i dialoghi non è che siano propriamente molto profondi. Giusto giusto necessari per capire chi sono i cattivi e chi sono i buoni.

Nikolai Lebedev deve aver intuito, però, che la distribuzione di un film fantasy russo poteva non essere semplice, pur trattandosi di un buon prodotto: ha quindi facilitato le cose spingendo la mimica facciale dei suoi attori tanto da rendere quasi stigmatici i loro tratti caratteriali. C’è Volkodav (ovvero Wolfhound), che ama la solitudine ma alla fine no perché è un cuore impavido e coraggioso; c’è la principessa Helen che incarna tutta la bontà e la bellezza della terra; c’è il cattivo davvero molto cattivo che uccide bambini e donne incinte (Zhadoba). Insomma, si capisce subito da che parte sia meglio stare e il comparto visivo aiuta a non necessitare di altre spiegazioni se non quelle che si apprendono osservando la condotta dei personaggi.

La trama: il sacerdote Zhadoba stermina un villaggio uccidendo donne e bambini e dando fuoco alle case. Lascia un solo sopravvissuto, il quale viene marchiato e fatto schiavo: si tratta del piccolo Volkodav che assiste impotente all’omicidio del padre e della madre.
Anni dopo, fuggito dalla schiavitù e divenuto abile e coraggioso combattente, va in cerca di vendetta, uccidendo prima il Man-eater (un compare sacerdote che partecipò alla strage voluta da Zhadoba) e quindi mettendosi in cerca del suo principale nemico che porta sulla mano destra un marchio di lupo e pratica riti sacrificali su povere bestie innocenti. Sulla sua strada incontrerà la bella principessa Helen promessa sposa al figlio di Men-eater e ne diverrà la guardia del corpo personale. La principessa nasconde però un segreto, per il quale è ricercata da Zhadoba.

Balza all’occhio lo sforzo per ottenere una buona resa dal punto di vista della fotografia e degli effetti speciali che, a sorpresa, sono migliori di certe presunte superproduzioni americane (come esempio in negativo, ricordo sempre 47 Ronin, una roba atroce) e risultano non troppo invasivi. Una buona parte del film è girata, però, in set naturalistici che aggiungono un’aria vichinga al film, qualora ce ne fosse necessità.
Prevalgono i toni freddi e cupi con poca concessione al colore se non per la bella veste nuziale della Knesinka Helen che spicca sul cupo grigiore di una cittadina condannata a non subire le variazioni stagionali vedendo sempre e solo l’inverno a cingerla.
Il montaggio non spicca particolarmente, se non per un interessante tentativo di incutere timore mostrando in parallelo la scena dell’addio della Knesinka e quella del sacrificio animale del potente e crudele Zhadoba, con la sua orribile doppia maschera a celargli il volto.

Buono il lavoro operato sulle scenografie, soprattutto nell’immaginare e ricostruire una città che è un insieme di richiami al Medioevo più cupo con qualche infiltrazione quasi horrorifica senza spingere troppo su nessuno di questi due aspetti.

I difetti maggiormente evidenti sono una certa ingenuità e semplicità nel caratterizzare i personaggi (giustificabile unicamente poiché trattasi di film di genere) e un pout-pourri di elementi eccessivo sul finale. Risente fortuitamente di alcune risonanze à la Peter Jackson ben sfruttate.

La durata (due ore e quindici minuti circa), potrebbe scoraggiare la visione di questo riuscito fantasy russo, ma la scorrevolezza narrativa garantisce di giungere sino alla fine del film senza interromperne prematuramente la visione.

url

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: