Il Guaio | Carnevo

img_02101

Definisco il loro genere “electro domestic indie” e durante i loro live Tatiana, la mora, dipinge live acquerelli su piccoli fogli di carta. Registrano nella vecchia casa di nonna Lucia, che confonde gli strumenti di registrazione con lampade da terra.
Sono stati inseriti nel cd Puglia sounds 2013 in allegato a XL di novembre (di cui ho parlato qui) con il loro singolo Carnevo, di cui il video è uscito a maggio 2013.
L’unico uomo del trio (che si occupa del sound ma presta anche volentieri la propria voce), Michelangelo, scrive poesie che ha pubblicato nel libro Sono un vulcano, accompagnate dai disegni di Tatiana. Fanno tutto con semplicità, ma lo fanno bene, in un momento in cui nel nostro paese pochi riescono a produrre ancora musica di qualità senza perdere di vista la ricerca di uno stile personale e riconoscibile. E poi i disegni di Tatiana sono proprio belli e loro hanno quello stile un po’ retrò che a me fa venire nostalgia degli anni durante i quali si faceva davvero buona musica, anni che questo trio sta ricordando alla grande con una qualità sonora non da poco.

408791_270102413060652_1390993350_n

Ascoltateli, ne vale proprio la pena: qui vi propongo il videoclip ufficiale del loro singolo Carnevo.

Non ho sfamato più la bocca del mio stomaco per aver fame soltanto su di te, ora.

Il Guaio | website
Il Guaio | Facebook

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: