Ricetta – Barrette al nanaimo

Prendono il nome da una città canadese e sono letteralmente la fine del mondo, oltre che delle bombe caloriche non indifferenti. Ma, credete a me, vale la pena sgarrare su qualsiasi regime alimentare di questo mondo per mangiare una di queste piccole delizie.

Ingredienti:

Primo strato
1 uovo grosso
50 g di zucchero semolato
125 g di burro morbido
1 cucchiaino di essenza di vaniglia
3 cucchiai di cacao amaro in polvere
300 g di biscotti secchi sbriciolati
150 g di cocco secco a scaglie (io non ce lo metto mai)
60 gr di noci pecan tritate finemente (idem come sopra)

Secondo strato
60 g di burro morbido
3 cucchiai di panna
300 g di zucchero a velo
1/2 cucchiaino di essenza di vaniglia

Terzo strato
150 g di cioccolato fondente tritato (sceglietelo di ottima qualità)
2 cucchiai di burro

Preriscaldate il forno a 180°C e imburrate una teglia rettangolare (33×23, ma va benissimo anche più piccola o leggermente più grande). Imburrate con molta cura e senza lesinare.
Primo strato: montate l’uovo e lo zucchero con le fruste elettriche ad alta velocità fino ad ottenere un composto denso e chiaro. Incorporate il burro, la vaniglia, il cacao, i biscotti sbriciolati (il cocco e le noci pecan) con un cucchiaio di legno.
Versate il composto nella teglia, livellandolo con cura e premendo bene per farlo compattare. Dovrà divenire liscio ed uniforme.
Fate cuocere il superbiscotto per 15 – 20 minuti finché non diverrà dorato e consistente al tatto (non duro!). Lasciate che il biscottone si raffreddi completamente.
Secondo strato: lavorate il burro, la panna, lo zucchero a velo e la vaniglia in una terrina capiente con le fruste elettriche ad alta velocità, finché saranno bene amalgamati. Spalmate il composto sulla base cotta in maniera omogenea e mettete nel congelatore per 10 minuti.
Terzo strato: mentre il composto col biscottone è nel congelatore, fate fondere il cioccolato e il burro a bagnomaria, in acqua che sobbolle appena, a fuoco bassissimo. Spalmate il tutto sul secondo strato del dolce freddo e tenetelo in frigorifero almeno un’ora o finché si sarà rassodato.
Tagliate il dolce a barrette rettangolari o a rombi e servite.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: